ti trovi qui: ANSAmedPolitica Libano:consultazioni Aoun dopo sospensione dimissioni Hariri Libano:consultazioni Aoun dopo sospensione dimissioni Hariri

Su 'dissociazione' da conflitti regione e ruolo Hezbollah

 

Il presidente libanese Michel Aoun ha avviato le consultazioni con i rappresentanti delle forze politico-confessionali dopo aver chiesto la settimana scorsa al primo ministro Saad Hariri di sospendere le dimissioni annunciate il 4 novembre mentre si trovava in Arabia Saudita. Fonti della presidenza hanno detto alla televisione libanese Lbci che i colloqui riguarderanno la sicurezza del Paese e la politica di "dissociazione" del Libano dai conflitti in corso in Medio Oriente, una linea concordata tra i partiti alla nascita del governo Hariri nel dicembre del 2016.

Nell'annunciare le sue dimissioni, Hariri aveva denunciato proprio la violazione di tale politica da parte del movimento sciita Hezbollah, alleato dell'Iran, le cui milizie sono impegnate su vari fronti regionali. Sempre secondo le fonti presidenziali, i colloqui riguarderanno anche le posizioni dei vari partiti sulle "minacce israeliane, compresa la strategia difensiva" per fronteggiarle.

Un implicito riferimento alle capacità militari di Hezbollah, considerato il più temibile avversario dell'esercito israeliano.

Tra i politici sentiti oggi da Aoun vi è Mohammed Raad, capo del blocco parlamentare di Hezbollah. Dopo il colloquio, Raad ha detto di aver discusso con il presidente "la protezione del Libano e la ripresa del lavoro del governo", in cui siedono ministri del Partito di Dio sciita. (ANSAmed).

Print Email