Med: Aoun, contro terrorismo serve anche intervento bellico

Presidente Libano,noi terra di dialogo,obiettivo fondamentalisti

 

Nel breve periodo, "per sradicare il terrorismo se serve, può essere utile un intervento bellico".

Ne è convinto il presidente libanese, Michel Aoun, intervenuto alla conferenza internazionale Med Dialogues 2017 che si è aperta oggi a Roma.

"Il mondo - ha detto il capo di Stato - non deve essere preda dell'estremismo". Per questo, "dobbiamo trovare una soluzione immediata e una più radicale", di lungo respiro. La soluzione, radicale, rimarca, "è quella più importante". Quello che serve, sostiene Aoun, è fare "fronte alla cause che sono dietro il terrorismo, ovvero l'ideologia". Quello che va rafforzato, insiste, sono i principi democratici. "Dobbiamo cercare di educare le nuove generazioni, trovare soluzioni alla povertà, emancipare la donna e andare avanti verso una democrazia vera".

Il Libano, ha poi aggiunto il presidente libanese, "è una terra di dialogo, dove convivono diverse culture e religioni, cristiani e musulmani e bisogna sempre ricordarsi che i fondamentalisti sono i primi a minacciare soprattutto l'Islam".

 

Print Email